Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigando nelle pagine del sito accetti la creazione di cookies sul tuo dispositivo, ti invitiamo inoltre a prendere visione dell'informativa sulla privacy accessibile dai link in fondo alla pagina.

Consulenze HACCP e Fiscali

L'associazione A.R.A.L., grazie ad accordi di collaborazione sia con Confagricoltura sia con liberi professionisti, ha la possibilità di mettere in contatto i propri soci apicoltori con:

  • consulenti fiscali di Confagricoltura per quanto concerne gli aspetti fiscali, bandi, PSR ecc.
  • consulenti esperti del settore igenico-sanitario (HACCP).

 Contattaci per maggiori info

Coordinate per Pagamento Quota Associativa

POSTE ITALIANE 
AGENZIA N. 90 
IBAN: IT 92 O 07601 03200 000064555006 
VIA P. BELON N. 130
00169 ROMA

DOWNLOAD BOLLETTINO PRECOMPILATO

 

BANCA PROSSIMA 
Conto Corrente 100000147044 
intestato a: A.R.A.L. Associazione Regionale Apicoltori Lazio 
IBAN: IT 50 C 03359 01600 100000147044 
FILIALE DI MILANO 
PIAZZA PAOLO FERRARI 10 – 20121 - MILANO

 

Login

 x 

Servizi/Rinnovi nel Carrello
Carrello vuoto

     

Meteo Lazio

Trattamento estivo antivarroa

APILIFEVAR (CHEMICALS LAIF)

PERIODO: estate, con temperature comprese fra 15-20°C e 25¬-30°
DOSAGGIO STANDARD (es. fine agosto): 2 porzioni (il contenuto di una busta) collocati sopra i favi, alla periferia della zona di covata. Ripetere dopo 10-12 giorni.

DOSAGGIO RIDOTTO
idoneo a temperature elevate (es. inizio agosto) : 1 porzione (metà del contenuto di una busta) spezzata in 3-4 parti disposte sopra i favi, alla periferia della zona di covata.
Ripetere ogni 7-10 giorni per un totale di tre volte.

APIGUARD (p.a. timolo)
PERIODO: estate
DOSAGGIO: una vaschetta per 14 giorni collocata sopra i favi. Ripetere Il trattamento per altri 14 giorni con un’altra vaschetta.
NOTE: assenza di melario e coprifavo capovolto.

PANNO SPUGNA IMPREGNATO CON ACIDO FORMICO

SUPERFICIE D’EVAPORAZIONE:piu’ o meno 15 x 20 cm.
DOSAGGIO: collocare un panno spugna sopra i favi, interponendo un foglio di polietilene ed impregnarlo con 30 mL di acido formico 60%. Ripetere ogni 4-7 gg., in funzione dell’efficacia necessaria, considerando che ogni somministrazione provoca la caduta del 25-30% degli acari oppure collocare un panno spugna sul vassoio antivarroa ed impregnarlo
con 40 mL di acido formico 85°. Ripetere ogni 4-7 gg., in funzione dell’efficacia necessaria, considerando che ogni somministrazione provoca la caduta del 25-30% degli acari.

NOTE: assenza di melario; trattare nelle ore piu’ fresche della giornata

CONTROLLO DEL GRADO DI SUCCESSO: dal 15° giorno dopo l’ultimo trattamento e per due settimane viene rilevata la caduta naturale di acari. Il grado di successo e’ insufficiente se cade piu’ di una varroa al giorno in questo caso fare un trattamento con acido ossalico.
La nutrizione in agosto costituisce un vantaggio.

MISURE DI PROTEZIONE DURANTE L’APPLICAZIONE: occhiali protettivi e guanti in gomma.

ACIDO OSSALICO

Durante il periodo estivo evitare il trattamento con questo prodotto, ma viene raccomandato a completamento dei trattamenti effettuati in estate, un trattamento in autunno inoltrato nelle colonie prive di covata. Per l’applicazione autunnale sono a disposizione diversi preparati che saranno trattati successivamente.

A.R.A.L. Associazione Regionale Apicoltori del Lazio

Sede operativa: Via Scido, 44
00118 Roma 
Tel: 392.4578539 / 06.89565952
CF 80400530582
P. IVA 09539641002
C. C. Postale /N. 64555006