Aspetti SanitariNemici delle Api

La Peste Americana

La peste americana è la più grave e diffusa patologia infettiva delle api che colpisce la covata ed è causata da un batterio sporigeno che causa notevoli perdite economiche per l’apicoltura. Il termine “americana” non deve trarre in inganno in quanto la malattia non è stata importata dall’America, ma è stata studiata ed identificata in…

Read article
Aspetti SanitariNemici delle Api

Nosema Apis e Nosema Ceranae

La nosemiasi è una malattia diffusa in tutto il mondo causata da un fungo unicellulare non visibile ad occhio nudo, il Nosema apis. Ogni spora del nosema, una volta ingerita dalle api, estroflette un tubicino chiamato “filamento polare” con il quale inietta in una cellula dell’epitelio ventricolare una microscopica cellula chiamata amebula. Questa inizia ad…

Read article
Aspetti SanitariNemici delle Api

Nosema Ceranae

Sconosciuta quanto insidiosa, infettiva e pericolosa per le api quanto e più della varroa : stiamo parlando della Nosemiasi , malattia che in questi ultimi anni sta falcidiando gli alveari italiani senza che venga riconosciuta, diagnosticata e controllata. E’ da considerarsi come la malattia “terminale” delle api, il colpo di grazia dopo che la varroa…

Read article
Nemici delle Api ARAL

Vespa velutina

Un nuovo nemico delle nostre api ha varcato i confini italiani dalla vicina Francia ove era presente ufficialmente dal 2006.

ll calabrone asiatico, come è stato soprannominato per via della sua somiglianza con il “nostro“ calabrone autoctono (Vespa crabro) presente in Europa meridionale, è considerato una seria minaccia per gli alveari, essendo molto vorace e aggressivo nei confronti degli apiari.

La Vespa velutina sembra in grado di arrecare gravi danni alle famiglie di api che non sono in grado di difendersi efficacemente da questo predatore; da tempo l’imenottero…

Read article
Nemici delle Api aethina tumida

AETHINA TUMIDA

Aethina Tumida é piccolo coleottero originario dell’Africa meridionale che provoca enormi danni all’apicoltura ovunque sia arrivato. Trattasi di uno scarabeo che inizialmente è di colore giallastro e cambia cromia diventando successivamente marrone e infine in nero. Ha una lunghezza di 6 mm per 2,4 e vive massimo sei mesi. Questo nuovo parassita dell’alveare rischia di colpire anche il nostro patrimonio apistico.

Read article